Villa Loft

In accordo alla committenza, la decisione è stata di inserire un loft all’interno di una bifamiliare degli anni ’50: la motivazione è nata dal desiderio e dal fascino di recuperare oggetti e ridare loro nuova vita. La meraviglia di trasformare una latta di benzina di sessant’anni in una lampada o un tavolino ha dato lo spunto per realizzare un’abitazione dove questo concetto è divenuto il filo conduttore dell’intero lavoro. Ambienti aperti, con poche divisioni, un pavimento in legno grezzo capace di donare uniformità e accoglienza; ampi muri bianchi che fossero una perfetta base per arredi e soluzioni di recupero, con oggetti carichi di storia per dare forma a soluzioni non convenzionali: si è ottenuto così un ambiente straordinariamente evocativo ed emozionale.
Naturalmente non si tratta solo di una questione di stile, la casa deve essere, sicura, accogliente e all’altezza delle tecnologie moderne per cui il progetto ha visto un intervento strutturale significativo, procedendo all’abbattimento di tutte le pareti fatta eccezione per quelle portanti.
La ristrutturazione dal punto di vista tecnico ha previsto sia miglioramento strutturale che eneregetico contribuendo così ad offrire maggiore sicurezza e solidità alla struttura e un forte aumento del comfort ambientale interno. Sono state inserite travi di acciaio volutamente lasciate a vista per rafforzare lo stile della casa, mentre per garantire miglioramento energetico e conseguente riduzione dei consumi è stato inserito un cappotto termico nelle murature perimetrali, inserito un sistema di ventilazione meccanica controllata dell'aria e sostituite tutte le finestre. E' stata sostituita la vecchia caldaia con un modello a condensazione abbinato ad una pompa di calore creando così un impianto ibrido, perfetta sintesi per l'ottimizzazione in estate e inverno. Unendo il desiderio di recupero con le ultime tecnologie sul risparmio energetico, in un ambiente caldo e pieno di personalità è nato un vero e proprio loft all’interno di una villa.

 

Fotografia: Marco Anconelli - Artimmagine

works
27 Feb 2021

Grandi appartamenti ma con spazi troppo divisi …androni, disimpegni e cucinotti.... Il maggior punto di debolezza degli alloggi dagli anni '50 agli '80. Il progetto per questo attico si è basato sul risoluzione di questi problemi, con un approccio inedito, non il semplice ampliamento degli ambienti ma il concept che ha guidato lo sviluppo è stata l'identificazione di stanze nelle stanza.

31 Mag 2019

Ristrutturazione di un appartamento degli anni 50' a Forlì, il nostro intervento ha riguardato la riconfigurazione e la valorizzazione degli spazi interni, la sostituzione degli infissi, il rifacimento dei bagni, l'inserimento di nuove finiture come il pavimento e la nuova illuminazione.

23 Mag 2019

Chi ha detto che gli spazi piccoli non possono sembrare più grandi?

Questo appartamento dimostra come con l'alternare dei colori e materiali possa creare spazi ampi e dalla forte personalità.

Loading…